Come ottenere il CIN

Come ottenere il Codice Identificativo Nazionale

Come ottenere il CIN

Con l’introduzione della Banca Dati Nazionale delle Strutture Ricettive e degli Immobili in Locazione Breve e per Finalità Turistiche (BDSR), sono state rese note le modalità su come ottenere il CIN Codice Identificativo Nazionale.

Il settore turistico italiano sta vivendo un’importante trasformazione e questo nuovo sistema, che sarà lanciato in due fasi, rappresenta un passo significativo verso la regolamentazione e la trasparenza del mercato degli affitti brevi.

Le fasi del lancio della BDSR

Fase sperimentale:

  • Data di Inizio: 3 giugno 2024
  • Regioni coinvolte: Puglia, Veneto (dal 13 giugno), con successiva estensione ad Abruzzo e Lombardia.
  • Durante questa fase, il sistema sarà testato e ottimizzato per garantire un funzionamento efficiente.

Fase a regime:

  • Data di inizio: settembre 2024
  • Copertura: intero territorio nazionale.
  • In questa fase, tutte le regioni potranno accedere alla BDSR e richiedere il CIN.

La piattaforma BDSR e la richiesta del CIN

Attraverso la piattaforma BDSR, i titolari di strutture ricettive e locatori di immobili in locazione breve possono richiedere il Codice Identificativo Nazionale (CIN).

Questo codice è essenziale per la pubblicazione degli annunci e deve essere esposto all’esterno delle strutture.

Come accedere alla piattaforma

  • Visualizza le strutture collegate al tuo codice fiscale, integra i dati mancanti e ottieni il CIN con un processo semplificato.

Il check-in in 30 secondi:
prova gratis per 1 mese Welcomeasy

Prova gratis

Tempistiche e obblighi

  • Entrata in vigore: le disposizioni di legge e gli obblighi correlati al CIN entreranno in vigore 60 giorni dopo la pubblicazione dell’avviso nella Gazzetta Ufficiale, attestante l’entrata in funzione della BDSR su scala nazionale.
  • Adeguamento: la fase sperimentale permette ai gestori di adeguarsi con largo anticipo agli obblighi del CIN.

Obiettivi e Funzionamento della BDSR

La piattaforma BDSR, implementata dal ministero del Turismo in collaborazione con le Regioni e le Province Autonome, mira a migliorare la trasparenza, la regolamentazione e la competitività del mercato. Tra gli obiettivi principali vi sono:

  • Tutela del consumatore: garantire una maggiore protezione per i turisti;
  • Concorrenza leale: promuovere un mercato competitivo e regolamentato;
  • Trasparenza del mercato: centralizzare tutte le informazioni relative alle strutture ricettive e agli immobili in locazione turistica.

Il Codice Identificativo Nazionale sostituirà i codici regionali e provinciali esistenti, integrandoli nella banca dati nazionale attraverso una ricodificazione automatica.

Questo sistema avanzato di interoperabilità assicurerà la gestione e la protezione dei dati sensibili in modo sicuro ed efficace, rispondendo alle esigenze di trasparenza e affidabilità del settore.

Approfondimenti

Per ulteriori dettagli sugli obblighi e le sanzioni legati al CIN, ti invitiamo a leggere il nostro articolo precedente: Codice Identificativo Nazionale (CIN): ecco tutte le novità sugli Affitti Brevi in Italia.

Con l’introduzione della BDSR, il settore degli affitti brevi in Italia si prepara a un futuro più regolamentato e trasparente, facilitando l’accesso a un sistema centralizzato per tutti i titolari di strutture ricettive e locatori.

Il check-in in 30 secondi:
prova gratis per 1 mese Welcomeasy

Prova gratis

Welcomeasy è la soluzione per il check-in superveloce che azzera i tempi della burocrazia. Oltre all'App, con Welcomeasy avrai accesso a una piattaforma desktop per gestire in tempo reale tutti i check-in e l’attività dei tuoi collaboratori. Che tu sia il proprietario di un appartamento o il gestore di più strutture, Welcomeasy è la soluzione facile e sicura che ti fa guadagnare tempo.

Prova Welcomeasy gratis per 30 giorni senza vincoli nè carta di credito