Innovazione tecnologica della tua struttura? Oggi te la paga la Regione Veneto! - Welcomeasy
Subito a tua disposizione un periodo di prova di 30 giorni
Hai già il tuo account?
Condividi

Grandi novità per gli operatori turistici della Regione Veneto!

 

Quante volte ti sei detto che avresti sempre voluto che la tua struttura ricettiva facesse un balzo tecnologico in avanti tale da migliorare l’esperienza dei tuoi clienti ed aumentare il numero di prenotazioni?

 

Quante volte hai pensato che avresti davvero voluto ottenere questo risultato ma che il costo era troppo elevato per essere affrontato?

 

Cosa penseresti se ti dicessimo che oggi puoi ottenere tutto ciò senza dover nemmeno tirare fuori dalle tasche un singolo euro?

 

“See… Figurati! Sta cosa è ai limiti della fantascienza!”

 

E invece ti sbagli…

 

Esiste infatti un bando della Regione Veneto che coprirà tutte le spese sostenute per l’innovazione digitale nel settore turistico.

 

Questo bando a fondo perduto è stato istituito con lo scopo di aiutare i gestori delle strutture ricettive del Veneto a ripartire dopo l’emergenza conseguente al Coronavirus.

 

Fra pochissimi giorni partirà l’esame delle domande di partecipazione e quindi, se sei un operatore con la sua base operativa in Veneto, questa potrebbe essere la tua ultima opportunità per accedere ad un bando a fondo perduto che coprirà il 100% delle spese sostenute!

 

Poni quindi particolare attenzione a tutto ciò che ti diremo in questo articolo.

 

Detto ciò, vediamo adesso come si sviluppa questo bando, chi potrà usufruirne, come fare la richiesta e che tipo di spese sono ammissibili.

 

Ah, quasi dimenticavamo…

 

Se non hai voglia di leggere, puoi guardare questo webinar tenuto da ABBAV e da Paolo Zennaro (AD di Welcomeasy) dove sono stati illustrati i punti principali relativi al bando e dove si è risposto a molte domande (domande che magari tu stesso potresti porti).

Chi potrà usufruire del bando

I soggetti che potranno richiedere il contributo a fondo perduto dovranno avere dei requisiti ben precisi; i principali sono:

  • essere PMI regolarmente iscritte al Registro delle Imprese
  • essere attive almeno dal 31 dicembre 2019
  • gestire o essere proprietari di strutture ricettive attive
  • avere la sede operativa della struttura ricettiva in un comune della Regione Veneto che aderisca ad un OGD.

 

Se non sai cosa sia un OGD è presto detto!

 

OGD sta per Organizzazione di Gestione della Destinazione.

 

Queste sono istituzioni regionali che raggruppano varie associazioni che si occupano della collaborazione/sinergia tra i vari operatori turistici.

 

C’è da dire che la maggior parte dei comuni in Veneto aderiscono ad un OGD ma, se hai dei dubbi, puoi fare un ricerca su internet per assicurarti che il comune dove si trova la sede operativa della tua struttura ne faccia parte.

 

Se poi, per qualsiasi motivo, dovessi avere dei dubbi o non riesci a trovare questa informazione sul web, puoi contattare l’ABBAV scrivendo a: abbav.associazione@gmail.com e loro ti forniranno questo tipo di informazione.

 

 

Come presentare la domanda

Non sappiamo se tu sia più o meno avvezzo a questo tipo di richieste (ovvero ad accedere a dei contributi – che siano regionali, nazionali od europei) ma quello che sappiamo per esperienza è che sono procedure che possono risultare piuttosto complesse.

 

Inoltre, spesso basta dimenticarsi di compilare un campo o magari compilarlo erroneamente per pregiudicare l’ammissione della propria domanda.

 

Per questi motivi noi ti consigliamo vivamente di avvalerti dell’aiuto di ABBAV che è sempre stata in prima linea con la Regione Veneto per ciò che riguarda lo sviluppo di questo bando regionale (e non solo per questa specifica iniziativa).

 

Potrai affidarti interamente a loro, così da essere guidato nei vari passaggi ed assicurarti di non commettere errori o dimenticanze che potrebbero farti sfuggire questa opportunità.

 

Di seguito trovi i loro contatti:

 

 

 

 

 

Le spese coperte dal bando regionale

Ci sono varie tipologie di spese che rientrano nella categoria dell’innovazione digitale e ciascuna avrà un limite di spesa specifico (massimo e minimo); vediamo quali sono:

 

Interventi innovativi per attività di acquisto/consulenza

  • hardware/software per videoconferenze;
  • sistemi e soluzioni per lo smartworking e il telelavoro;
  • internet delle cose e delle macchine
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security, risk management e business continuity;
  • intelligenza artificiale e machine learning;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  • soluzioni tecnologiche digitali (ad esempio app, beacon, etc.) per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;

 

Tutte le spese sostenute per questa tipologia d’innovazione verranno coperte fino ad un massimo di € 3.500.

Interventi volti a favorire la connettività a banda ultra larga per l’impresa ricettiva

Vuoi aumentare la velocità di connessione della tua struttura? Allora abbiamo ottime notizie per te!

 

Le spese per questa specifica tipologia d’intervento verranno coperte fino ad un massimo di € 1.000.

 

 

Aggiornamento del sito web della struttura ricettiva alle principali lingue degli ospiti Veneto e/o adeguamento a standard di sicurezza, interoperabilità e accessibilità del sito web ovvero senza barriere architettoniche informatiche.

Vuoi inserire altre lingue al tuo sito oppure vuoi renderlo più accessibile e facile da navigare aggiungendo funzionalità che ti permettano di essere più visibile sul web e di convertire più facilmente dei potenziali clienti in clienti paganti?

 

Meraviglioso! Anche queste spese sono coperte dal bando.

 

Come? Non hai un sito? Allora è ancora meglio visto che il bando ti permetterà di coprire anche questo tipo di spesa!

 

Per queste attività il contributo a fondo perduto potrà coprire investimenti fino a € 3.500.

 

 

Interventi di assistenza tecnica per l’utilizzo di software per l’utilizzo del Destination Management System regionale

Hai bisogno di una consulenza per capire quale software sia quello più adatto a te e /o come utilizzarlo?

 

L’aiuto (sotto forma di consulenza) sarà coperto per richieste fino a € 500.

 

Questa consulenza sarà valida anche per le prossime 2 categorie di spesa relativa all’innovazione tecnologica.

 

 

Intervento obbligatorio per software di performance su occupazione posti letto/camere (SOLO per strutture ricettive alberghiere)

Questo intervento sarà OBBLIGATORIO nel caso in cui tu decida di usufruire del bando.

 

Ciò significa che se, per esempio, vuoi rinnovare il tuo sito, potrai farlo ma dovrai anche adeguarti con l’adozione di un software che controlli la performance dell’occupazione dei posti letto o delle camere della tua struttura.

 

Per chiarezza, con strutture ricettive alberghiere s’intendono le seguenti:

 

  • alberghi o hotel;
  • villaggi-albergo;
  • residenze turistico-alberghiere;
  • alberghi diffusi;
  • strutture ricettive all’aperto.

 

Il contributo coprirà spese che andranno dai € 600 ai €1.000.

 

 

DULCIS IN FUNDO: Intervento obbligatorio per software per la trasmissione contestuale dei dati relativi alla statistica turistica, ai dati di PS relativi agli ospiti (SOLO per strutture ricettive complementari) e i dati relativi all’imposta di soggiorno

Anche in questo caso, facciamo chiarezza su cosa s’intende per strutture ricettive complementari:

 

  • alloggi turistici;
  • case per vacanze;
  • unità abitative ammobiliate ad uso turistico;
  • bed & breakfast;
  • rifugi alpini;
  • strutture ricettive in ambienti naturali.

 

Come nel caso precedente, anche questo intervento è obbligatorio (e quindi dovrai per forza di cose inserirlo nella domanda – pena l’inammissibilità della tua richiesta)

 

Forse adesso ti stai domandando:

 

“Ma a che tipo d’intervento si riferisce questa spesa?”

 

La sintesi è che dovrai munirti di un sistema “automatico” che possa garantire la corretta acquisizione e comunicazione dei dati relativi a:

 

  • ISTAT
  • Tassa di soggiorno (ove prevista)
  • Portale alloggiati

 

“E dove lo trovo un unico sistema che si occupi di gestire tutti questi dati senza dovermi affidare ad un gestionale complesso e che costa un occhio della testa?!?”

 

La risposta a questa domanda è semplice:

Puoi usare Welcomeasy!

 

Grazie a Welcomeasy avrai un’unica soluzione che ti permetterà di occuparti di tutti gli adempimenti richiesti per legge e previsti da questo bando.

 

Non sai come funziona Welcomeasy?

 

È presto detto!

 

La raccolta e l’invio dei dati possono essere riassunti in 5 semplici passaggi:

 

  1. Apri l’App di Welcomeasy dal tuo smartphone o dal tuo tablet (qualsiasi esso sia – indipendentemente dal suo sistema operativo);

 

  1. Scansiona con la fotocamera del tuo dispositivo il documento dell’ospite;

 

  1. L’applicazione raccoglie i dati e compila automaticamente tutti i campi necessari alla registrazione presso il Portale Alloggiati;

 

  1. Verifica che i dati siano stati correttamente acquisiti tramite la scansione;

 

  1. Invia infine la schedina contenente tutti i dati alle autorità competenti.

 

E tutto ciò in meno di 48 secondi per completare l’intero check-in!

 

Ovviamente, la nostra App si occupa anche di raccogliere i dati per l’ISTAT e per la Tassa di Soggiorno così da avere tutto in un’unica soluzione a portata di smartphone.

 

Ma la cosa più incredibile è che per te sarà GRATIS!

 

Infatti, come accennavamo in precedenza, questa spesa sarà coperta dal bando per importi che andranno da un minimo di € 600 fino ad un massimo di € 1.000!

 

Finalmente potrai:

  • velocizzare in modo incredibile i tuoi check-in concentrandoti sulla parte davvero importante del tuo lavoro, ossia l’accoglienza,
  • sbarazzarti della noiosa e fastidiosa burocrazia digitalizzando la raccolta dei dati e snellendo le procedure interne
  • e potrai fare tutto ciò GRATIS visto che sarà la Regione Veneto a pagare per il tuo ammodernamento tecnologico!

 

Non sappiamo cosa ne pensi tu ma a noi sembra davvero un’occasione irripetibile…

 

 

Occhio perché non hai ancora molto tempo!

Il limite massimo per la presentazione della manifestazione d’interesse (ossia il fatto che vorresti avvalerti di questa opportunità) è stato fissato per le ore 17:00 di martedì 3 novembre 2020.

 

Non farti scappare questa opportunità che sicuramente sarà in grado di aiutarti nella difficoltosa ripresa dai danni provocati dal Covid-19.

 

Mettiti ora in contatto con ABBAV per farti aiutare con la tua richiesta di accesso ai fondi del bando (che ti ricordiamo essere al 100% a fondo perduto).

 

Qui trovi i loro contatti:

 

Buon lavoro da Welcomeasy

Welcomeasy su Play Store
Welcomeasy su App Store
Condividi